giovedì 7 febbraio 2008

Nuova gestione

Da lunedì io sono tornata al lavoro (dopo tre settimane di assenza) e Gabo passa le giornate tra la nonna e due tate. L'esperienza, per il momento, è decisamente positiva, soprattutto per lui: è sereno, riposato, fa tanta nanna anche la notte (a parte lunedì, quando è stata decisamente tormentata, ma sono ormai diversi giorni che dorme filato dalle 21 alle 7, in media, e anche oltre).
L'unico momento ancora difficoltoso è quello della pappa a pranzo, tanto che faccio il possibile per dargliela io, scappando dalla nonna durante la pausa. E così mangia. Poco, ma mangia. Nessun problema, invece, con la merenda: adora il latte e se ne scola 250 ml con tre biscotti o più.

W il latte!
Gabo beve latte vaccino da quando ha compiuto un anno (introdotto pian piano, mescolato ad acqua, aumentando la dose di latte per 10 ml al giorno). E per fortuna che gli piace... I primi giorni dopo la gastroenterite, infatti, Gabo se ne è scolato quasi un litro al giorno. Non voleva altro. Il pediatra aveva consigliato di dargli latte di riso per aiutarlo a "stringere", ma in ospedale ce lo avevano sconsigliato perché, ricco di maltodestrine, potrebbe addirittura favorire la dissenteria (medici sempre d'accordo, eh?). Piuttosto, ci hanno consigliato per qualche tempo di dargli latte ad alta digeribilità con poco lattosio (tipo Zymil o Accadì). Così anche ora lo alterno al latte fresco intero ad alta qualità (in genere Granarolo). E Gabo mostra di gradirlo molto.

Anche nella pappa...
L'idea mi è venuta quando ha cominciato a rifiutare la pappa, in piena gastroenterite e anche dopo. Visto che a Gabo il latte piace così tanto, ho deciso di ricominciare lo "svezzamento" praticamente da capo, dandogli latte mischiato a crema di riso e anche con un po' di zucchero. Infatti alla nonna paterna è venuto in mente che, per far mangiare il papà di Gabo, gli metteva un bel po' di zucchero nella minestra (l'inappetenza è genetica, pare... anch'io ho fatto impazzire mia madre per anni!). Poi pian piano ho aggiunto un po' di omogeneizzato di carne, un cucchiaino di verdura, il parmigiano e l'olio. E Gabo sta ricominciando a mangiare.
Così ho deciso che continuerò ancora per un bel po' a usare il latte come base per la pappa. Anche la pastina (rigorosamente sabbiolina o tempestina, gli unici tipi che accetta, e sempre malvolentieri...) gliela cuocio in un misto di latte e acqua.
Mi chiedo quando comincerà a mangiare davvero cibi solidi... So di bimbi che fino ai tre anni sono venuti su a pappine, quando va bene, o a latte e biscotti.

Bimbo light
Certo, l'importante è che Gabo mangi e che prenda peso. I 4 etti persi con la gastroenterite li ha recuperati subito (erano solo liquidi persi, evidentemente), tornando ai 9,2 kg di prima. E pare che abbia guadagnato, nel giro di pochi giorni, un paio di etti in più!
Resta sempre un bimbo magrolino, ovviamente, ma le cosciotte si sono riempite di nuovo. E poi il fatto che sia leggero è di aiuto anche per la mia schiena dolorante... Se pesasse 11 o 12 chili, come tanti bimbi della sua età, per me sarebbe un bel problema!

Insomma, diciamolo sottovoce, ma va bene. Va bene così.

13 commenti:

  1. benebenebene! baci!

    RispondiElimina
  2. profumodiviola7 febbraio 2008 13:05

    :)

    bene che il cucciolo riprende.

    RispondiElimina
  3. l'importante è che mangi, anche se poco...magari a lui basta così per saziarsi...

    purtroppo ogni volta che vengo qui non so proprio che consigli darti...i bimbi di cui mi occupo sono dei veri mangioni e quindi i problemi con le pappe non so proprio cosa siano.

    L'unica cosa che mi viene così su due piedi è di non sforzarlo perchè rischieresti di fargli "odiare" il momento della pappa e così non mangerebbe nemmeno quel poco...

    RispondiElimina
  4. guarda madai, ci sono bimbi che arrivano a 3 anni ancora con semolino e omogeneizzato, dagli tempo, basta che mangi!! e lo zucchero nella minestra era un trucco che il nostro pediatra consigliava a mia mamma ormai 30 anni fa... e io sono viva, vegeta e mangiona!!


    Gaia pesa 12 kg, viene poco in braccio ma ti garantisco che per la mia schiena è un tormento quando allunga le braccine e le viene la coccolite acuta!!!


    Noi siamo alla seconda settimana a casa dal nido, mattina nonna pome tata, e almeno altre tre settimane cosi non gliele toglie nessuno!

    RispondiElimina
  5. Guarda, c'è mio nipote che a 3 anni, fosse per lui, andrebbe ancora avanti a solo latte e biscotti.Ma non ha mai avuto problemi particolari dovuti all'inappetenza.Alla fine se stanno bene e non hanno malattie in giro, l'importante è che mangino quando hanno fame..poi hanno tempo x diventare dei maialoni!!

    RispondiElimina
  6. benebene!!!

    noi siamo a 2 settimane e mezzo, ma lunedì lo rimando al nido.. comunque te lo assicuro, i 13 chili e mezzo si sentono sulla schiena e sulle braccia...

    RispondiElimina
  7. bello leggere che si è ripreso del tutto, venivo sempre a controllare che ci fossero aggiornamenti!


    beve 250 ml di latte a merenda?

    complimenti :)

    non mangerà solidi, ma sa bene come recuperare calorie a sufficienza per crescere.


    barbara - becoming

    RispondiElimina
  8. Mio fratello ha mangiato pappine di di semolino fino a tardi, poi per tutta l'infanzia e adolescenza ha solo ingerito svizzere( hamburgers) e patate, tutto il resto lo disprezzava.

    Adesso e' un bell'omone in salute e mangia tutto, forse anche troppo!!


    Io Madai le pappe ad Isabella le ho cucinata con il latte ancor prima di usare il brodo ( suscitando parecchi commenti schifati ), e la bimba sembrava apprezzare molto di piu'

    Se a Gabo piace , allora vuol dire che va bene:-)

    RispondiElimina
  9. Pulcetta ha quasi 14 mesi, pesa 10 chili ed è lunga, pardon, alta, 79 cm. Prima dello svezzamento era magrissima, ora è bella cicciotta. Secondo me i bimbi si regolano moltoneglio di noi, quindi se mangia poco è perchè poco gli basta. Quello che sta mangiando è sano e equilibrato, quindi nessuna remora e continua così.

    Lillibeth

    RispondiElimina
  10. cerca di fare di tutto per non portarlo più al nido. La serenità, dei bambini e genitori, non ha prezzo, secondo me.

    alessandra

    RispondiElimina
  11. Azz...l'alpina pesa più di lui a 8 mesi e mezzo...







    ...ti clono il verme solitario di famiglia e te ne spedisco uno per Gabo?

    RispondiElimina
  12. Se ti puo' essere di conforto sappi che io ho due bimbi uno di 6 e l'altro di 3 anni, non sono mai stati dei gran mangioni (devo litigare per fargli fare un pasto completo) di conseguenza non sono propriamente dei "ciccioni", ma evidentemente stanno bene cosi', infatti sono due bambini molto attivi e vivaci (non stanno MAI fermi neanche quando dormono) e quindi non mi preoccupo piu' di tanto.....e poi come mi ha ripetuto spesso il pediatra mica li devo vendere a peso! Ciao e scusa l'intrusione!

    RispondiElimina
  13. madainoncicredo11 febbraio 2008 19:17

    Gabo ha decisamente recuperato peso (vedere post successivo: quasi mezzo chilo in più in pochi giorni °_°).


    @Alessandra: se avessi potuto, almeno per il primo anno non l'avrei mandato al nido. Ma mia madre ha 77 anni, sta per sottoporsi a un intervento, e non ce la fa a tenerlo continuativamente. L'altra nonna sta a 400 km di distanza. Una tata per 9 ore al giorno verrebbe a costare il mio stipendio.

    Il nido, per noi, per ora, è una scelta obbligata...

    RispondiElimina