mercoledì 7 novembre 2007

Anche le mamme crollano

La bombetta batteriologica che circola in casa mia ha colpito duramente.
Da oggi sono a casa dal lavoro, in malattia. E per davvero.
Solo che farsi una influenzina a casa, con il cucciolo - bronchitico, oltretutto - a casa pure lui (e per una settimana), non è proprio il massimo.
Stamattina sono semi-svenuta sul divano mentre lui era libero di girare per casa. Un bel rischio, visto che è un pericolo costante.

Ora i passatempi preferiti di Lenticchia sono:
- spingere tutti i bottoni che provocano l'accensione di lucine (lavastoviglie, lavatrice, amplificatore, dvd, stereo... il pc prima di tutto, ovviamente: lo ha già riavviato una volta mentre stavo scrivendo un post molto lungo ed ero alle ultime battute...);
- tirare tutti i fili elettrici, possibilmente causando qualche conseguenza (ad esempio, spegnere una luce; più spesso, le urla di mamma e papà);
- appendersi a tavoli, sedie, mobili vari e allungare le mani in modo da raggiungere gli oggetti incautamente lasciati troppo vicini ai bordi (preferibilmente telecomandi e telefonini).

Se diciamo no con tono dolce, non conta: come non sentirlo.
Se diciamo NO con un tono arrabbiato e a voce alta, si diverte ancora di più a ripetere l'azione proibita.
Se diciamo no NO NOOO con tono crescente, ti guarda un attimo poi continua imperterrito.

Ora stiamo provando con il castigo per 5 minuti nel box, visto che in SOS Tata Usa usano il castigo... Però ovviamente è troppo piccolo per capirlo e quindi la "punizione" risulta inefficace.

Ma i vostri cucciolotti di circa un anno vi obbediscono? Lenticchia per nulla-nulla-nulla... mi chiedo se sia carattere, o se ci sia un metodo.

Insomma... bisogna rassegnarsi e attendere l'età della ragione?
E nel caso, quell'età arriva prima dell'università?

17 commenti:

  1. io ripeto un no fermo e deciso con tono di voce medio, nè troppo alto ma nemmeno troppo simile ad una normale conversazione. E con il dito alzato, come una vera inquisitrice. Ma la cosa che funziona è la ripetizione. Lo ripeto per non so quante volte ( me lo ha insegnato mia mamma e funziona!), tipo la Hogg quando dice che ha preso e rimesso giù nel lettino un bimbo per 243 volte che non voleva dormire, hai presente?

    repetita iuvant, dicevano i latini....

    RispondiElimina
  2. mammachioccia638 novembre 2007 10:29

    anche la mia pulcina a 1 anno non ascoltava proprio.

    RispondiElimina
  3. Davide (15 mesi) mi ride in faccia e continua imperterrito. Per ora abbiamo recintato la scala di casa e messo una protezione ai fornelli, così, per evitare il peggio. Ma l'altro giorno si è appeso allo sportello del forno cadendo e tirandoselo sui denti.

    Il castigo funziona bene, come nuovo gioco però. Nel senso che ora fa apposta a dare delle manate sulla tv per poi correre ridendo nell'angolino del castigo. E' una vitaccia, ti capisco perfettamente.

    (poi io in certe situazioni non riesco a non ridere, per cui sono doppiamente fregata)

    RispondiElimina
  4. Secondo me dipende molto anche dal carattere.Poi ti parlo da inesperta non avendo ancora figli.Ma mia nipote x esempio quando le gridavi dietro x una cosa che aveva fatto e che non doveva...beh si offendeva proprio e si metteva a piangere.Ma gari il giorno dopo era già dietro a rifarla, ma quel giorno lì no di certo.

    RispondiElimina
  5. E' decisamente carattere. della mamma e del bambino, e forse nemmeno ce ne si rende conto più di tanto. Da quel che mi dicono gli altri, io son peggio di un generale delle SS, però devo riconoscere che mia figlia ha sempre collaborato, e che, per fortuna o per metodo, i risultati sulla lunga distanza sono decisamente soddisfacenti. Da mamma "severa" quale sono, spesso mi lascia perplessa l'indifferenza con la quale vengono lasciati agire molti bambini, a volte a rischio della loro incolumità o anche solo nel mancato rispetto delle più elementari regole di convivenza. (un pomeriggio nella sala d'attesa del pediatra puo' diventare il peggiore degli incubi) COmunque riconosco sia difficilissimo mettere dei "paletti" e farsi dare retta, senza esagerare e restando coerenti. Il rischio in agguato è di mollare e gettare la spugna. Ma tu sei bravissima, insisti :)

    RispondiElimina
  6. Sicuramente è carattere! Comunque penso che tutti i bimbi a 1 anno siano un pò "movimentati" ^^

    Devono scoprire il mondo,ciò che li circonda. Che faticaccia per i genitori però eh?^^ Baci!

    RispondiElimina
  7. E' anche questione di velocità. L'altro giorno gli ho voltato le spalle per 5 secondi esatti e quando l'ho guardato di nuovo, aveva già messo il mio orologio nel bidet e stava aprendo l'acqua.

    RispondiElimina
  8. Salve a tutte, scopritrici di acqua calda e madri di CUCCIOLI!

    Io ho una figlia (e non un cane) di 7 anni che mi chiede molto educatamente se può fare questo o quell'altro e se io le dico di NO mi risponde "Beh io lo faccio lo stesso".

    Preparatevi.....

    RispondiElimina
  9. E mi scuso per il tono polemico ma oggi è una bruttissima giornata....

    RispondiElimina
  10. madainoncicredo8 novembre 2007 18:33

    (e mentre scrivevo questo commento mio figlio è riuscito a portare in sala tre pentole e due scolapasta, e quando l'ho visto aveva già le mani dentro al videoregistratore...)

    RispondiElimina
  11. la gaia una sola cosa non può fare (per il resto faccio schifo da quanto sono permissiva): salire le scale.


    C'è il cancelletto ma lei si appende come una scimmia.


    E quando decide di salire le scale, mi chiama, mi manda un bacio e va. Ecco. io non reisco neanche a sgridarla a pensare a quanto è ruffiana con quel baci baci ci vediamo dopo.

    RispondiElimina
  12. @ REINA: da mamma di 3 gattacci eplosi, oh quelli sono moooooolto più obbedienti di una signorinella di 16 mesi... e i gattacci notoriamente NON sono obbedienti.

    @madai: pure io porto la gaia "dal vet" e i gattacci "dal pediatra".

    RispondiElimina
  13. Isabella e' come Lenticchia. Solo che ultimamente a forza di insistere con i no, prima di toccare la cosa proibita mi guarda e sorride, aspetta che la guardi e poi la tocca.


    Ma oggi e' stata abbastanza brava, ha apero comunque le credenze ma non ha toccato niente. Poi non le faccio aprire il cassetto del suo armadio dove ci sono i suoi pigiamini ( sono 30 volte che rimetto tutto dentro) e si salvi chi puo': morsa .ulra e graffi, e non so come farla smettere.


    INdifferenza? Ma a me fa male, ultimamente vado in giro con dei graffi in faccia da paura, sembra che abbia un gattino selvaggio in casa!

    RispondiElimina
  14. madainoncicredo9 novembre 2007 12:09

    @slim: eheh, anche tu hai un figlio-gatto allora!


    L'ultima di ieri sera. Ho acceso la tv su Sky ed è comparso il messaggio: verificare la smart card. Guardo il decoder: la tessera del satellite non c'era più!!! Per fortuna l'aveva appoggiata sopra al dvd...

    RispondiElimina
  15. ehm volevo dire morsi.


    Si pero' se non la smette le metto i guanti,giuro!!

    RispondiElimina
  16. no, non obbedisce per niente..

    e non servono i no, con qualsiasi tono, e nemmeno le sberlette...

    noi continuiamo a spostare, alzare, togliere, staccare...il nostro soggiorno è sempre più minimalista, e visto che lenticchia conferma la sua somiglianza con enrico. Noi abbiamo per fortuna in cucina interruttori separati per zone:uno per la lavastoviglio che è sempre staccato etc... al forno abbiamo tolto la manopola e la mettiamo solo quando lo usiamo, le luci le azioniamo dal contatore centrale, abbiamo messo un sacco di quelle cosine dell'ikea che gfanno aprire i cassetti solo di un paio di cm,e la porta del bagno e della zona notte sono chiuse a chiave. Per il resto èun continuo prendere e spostarlo...

    RispondiElimina
  17. ah, dimenticavo: enrico si mette davanti alla tv tenendo le braccia dietro, mi guarda sorridendo con aria angelica e intanto con il ditino schiaccia il tasto dell'accensione.....

    RispondiElimina