domenica 14 dicembre 2008

Tre notti

Le ultime tre notti Gabo ha fatto tutta una tirata di sonno, nel suo lettino, senza svegliarsi mai.

(Ovviamente, ora che l'ho scritto, stanotte ci farà disperare, anche perché ora sta tossendo parecchio... incrociamo le dita!).

Ovviamente la "sveglia biologica" di Gabo è sempre all'alba: alle 6.50 quando va grassa (ma poi accetta una mezz'ora di coccole nel lettone), in genere alle 6.30.

Credo comunque che buona parte dei suoi risvegli notturni fossero dovuti al freddo. E' che ci hanno riempito la testa con il rischio di ipertermia per i neonati... e forse avevo esagerato nel coprirlo troppo poco, visto che neonato non lo è più.

Così, per affrontare i 16/17 gradi massimo della sua cameretta di notte, ora lo metto a nanna con:
- pantaloni del pigiama "normali" (di cotone pesantino), calzini corti di cotone e maglia pesante, di pile o giù di lì (perfetta una comprata da Decathlon in saldi l'anno scorso: peccato che sia un po' corta di maniche);
- sacco nanna imbottito (comprato l'anno scorso via internet in Germania sul sito Baby Butt che consiglio, ma esclusivamente se sapete il tedesco);
- coperta-trapunta dell'Ikea.

Sarà un caso, ma da quando lo imbottisco così dorme molto meglio.

Mi sa che almeno nell'essere freddoloso di notte ha preso dalla mamma...

4 commenti:

  1. noi invece mi sa che lo copriamo sempre troppo....


    lui quest'anno del sacco nanna non ne vuole sapere...

    RispondiElimina
  2. madainoncicredo15 dicembre 2008 18:28

    E noi festeggiamo la quarta notte consecutiva senza risvegli :-) e nonostante la tosse che alle tre ha svegliato NOI, ma Gabo ha continuato a dormire :-D

    RispondiElimina
  3. madainoncicredo16 dicembre 2008 10:56

    Continuo a prendere appunti qui sulle notti di Gabo.


    Stanotte sveglio alle 4.45. "Mamma. Mamma. Mammaaaa!!!!"

    Vado in cameretta, è in piedi nel lettino. Addio sonno, penso. Lo prendo in braccio in poltrona, gli dico che non possiamo andare nel lettone altrimenti svegliamo papà. "Devi tornare a fare la nanna nel tuo lettino. Ora ci facciamo due coccoline, poi ti rimetto giù e fai la nanna fino a quando suona la sveglia di papà". Poi gli dico la tiritera della nanna in forma abbreviata e lo metto nel lettino. Torno nel lettone in punta di piedi, aspetto un quarto d'ora aspettandomi un nuovo richiamo... e invece ha dormito fino alle 7.30, lui. Io, ovviamente, non ho più preso sonno. Ma è sempre meglio che prendere i suoi calci nel lettone...

    RispondiElimina
  4. mi sembra simone....urla mamma mamma, vado di là, lo prendo in braccio, lo dondolo poi, lo metto giù, gli dico che mamma resta un attimo li e poi lo sento russare...

    secondo me a volte sono incubi o cmq brutti sogni e anche se chiamano mamma in realtà non sono svegli del tutto..

    RispondiElimina