lunedì 28 luglio 2008

Nido ciao ciao

Venerdì scorso è stato l'ultimo giorno di "scuola" per Gabo.
Se devo fare un bilancio di questo anno di nido, è perlopiù negativo.
Mi spiego: ovviamente, è stato utile (necessario, anzi, indispensabile), visto che sia io sia il papà lavoriamo tutto il giorno. Ma non è stata un'esperienza "educativa".
Credo che molto dipenda dal rapporto che (non) ho avuto con le educatrici. Intanto, ne ha cambiate cinque in un anno: una è andata in pensione (a fine maggio), un'altra si è assentata per un intervento già in primavera. L'unica che è rimasta per l'intero periodo era quella "antipatica", a me e di riflesso anche a mio figlio.

Poiché Gabo restava fino alle 18, con il "prolungamento orario" dalle 16.30 curato da una ragazza (dolcissima) di una cooperativa, quando lo andavamo a riprendere (in genere il papà) tutto quello che riuscivamo a sapere della sua giornata era una riga in un foglio, in cui compariva solo se aveva mangiato (e il risultato, al 90%, era NO minestra, NO pietanza, SI' frutta) e se era andato di corpo...
Nient'altro.
Dopo l'assenza per due mesi per gastroenterite, avevo cominciato a chiamare tutti i giorni verso le 14 per sapere come era andata. E le dade mi dicevano al massimo "ha giocato un po' con la pappa, ha smangiucchiato un po' di pane" ecc.ecc. Tutto qua. Telefonate totalmente inutili, per cui smisi di chiamare.

E quando, a maggio, ho chiesto di potere avere un colloquio personale con le educatrici, mi hanno detto che non sarebbe stato possibile, perché non c'era tempo, e quella andava in pensione, e quell'altra era malata ecc.ecc.

Degli 11 mesi di vita di Gabo al nido, mi resta un quadernone con alcune fotografie (tutte più o meno del periodo dell'inserimento, o comunque dell'inverno) e nient'altro di personale.

Avrei voluto sapere com'era il suo rapporto con gli altri bambini, ad esempio.
Invece, non so nulla di quello che è stata la sua vita per 9 ore al giorno.

Be', dall'anno prossimo si cambia nido: abbiamo ottenuto il trasferimento in un asilo più vicino a casa.
E spero che l'esperienza sia più positiva e più "partecipativa"...

7 commenti:

  1. che schifo sai che potresti contestare il fatto che ti hanno messo a conoscenza di cosi pochè cose su tuo figlio e che ti hanno negato anche un colloquio... lo dico perchè io ho lavorato per un periodo medio/lungo in una ludoteca ed ero tenuta a dare tutte le informazioni richieste... che robba vabbè buona fortuna con il nido nuovo ciao ciao

    RispondiElimina
  2. Blog tenerissimo... mi è piaciuto molto il post sulla nanna! Devi essere proprio una brava mamma! Ciao!

    RispondiElimina
  3. che brutto!

    io di colloqui ne ho fatti in tutto 3....

    e nel diario con le foto c'erano un sacco di racconti della maestra sulle sue abitudini e sui progressi fatti....

    bah!

    RispondiElimina
  4. madainoncicredo28 luglio 2008 19:34

    Sono delusissima...

    Di sicuro il fatto che Gabo resti fino alle 18 con dade "diverse" influisce, ma allora tutte le mamme con bimbi al prolungamento sono messe come me... e non dicono nulla? Bah.

    Mica pretendevo un report quotidiano... ma qualcosa di più sì.

    RispondiElimina
  5. in effetti se paragono la tua alla mia esperienza, la mia è stata di gran lunga migliore, più dettagliata ed esaustiva, grazie però al colloquio che mi ha fatto capire molte cose sulle dade, su mio figlio in quel contesto, e su come io potevo e/o dovevo muovermi.

    Il prossimo anno chiedilo appena puoi, è un tuo diritto.

    RispondiElimina
  6. mi dispiace per la fine indegna dell'esperienza nido, noi con la pupetta non posiamo dirlo, dopo due anni con le dade giuste è diventata un'altra bambina, il primo anno faticava ad interagire con gli altri bambini, ma con l'aiuto delle dade c'è riuscita e, con la sua situazione, le dade si sono sempre dimostrate attente e disponibili ai colloqui personali

    RispondiElimina
  7. Come ti capisco, il nido è assolutamente necessario e assolutamente bello per i bimbi....tranne quando capiti male male!

    Il primo anno di mia figlia è stato meraviglioso, educatrici splendide, passi da gigante, racconti interminabili sulle sue giornate, un affetto pauroso!

    Poi abbiamo dovuto trasferirla perchè troppo distante.

    Quando la andavi a prendere era tutta sporca...da vergognarsi a fermarsi in un supermercato....non ti dicevano nulla, insomma....non avevano voglia. E lo abbiamo detto più volte. Ovviamente per la mia fragolina...quel nodo non sarà oggetto di scelta quest'anno! Capita, ma a volte capita che invece siano meravigliosi....speriamo nel cambio!

    Un abbraccio al piccolo!

    G

    RispondiElimina