lunedì 10 novembre 2008

Scambi

Tutto è bene quel che finisce bene... ma tra giovedì e venerdì della scorsa settimana mi sono presa una bella arrabbiatura.

Io capisco che un papà, quando va a prendere il figlio al nido, sia un po' stordito, dopo una giornata di lavoro. Ma come si fa a prendere un passeggino Peg Perego Aria, blu a tinta unita, con coprigambe in pile, coperto dalla plastica antipioggia e con tanto di retina portaoggetti piena di aggeggi (biberon, bolle di sapone e varie altre amenità), e lasciare al suo posto un ombrellare vecchio e arrugginito con la stoffa a fantasia di orsetti?

Be', è quanto ci è successo giovedì! Quando la zia è andata a prendere Gabo al nido, il nostro passeggino non c'era, e al suo posto c'era quel catorcio. Ovviamente le educatrici non ne sapevano nulla. Dopo un giro di telefonate, e quando ormai era chiaro che l'ombrellare non era di nessuno, la zia è tornata a casa con quel passeggino e a me giravano che ormai prendevo il volo.

La mattina dopo ho riportato il catorcio al nido e del nostro passeggino non c'era traccia. Da certe educatrici maleducate e antipatiche (non quelle di Gabo, che per fortuna sono una carezza), a cui avevo chiesto se sapevano di uno scambio di passeggini, sono stata persino aggredita perché "mica possiamo controllare noi i passeggini, è vostra responsabilità". Be', le ho malamente mandate a quel paese, visto che avevo chiesto solo un'informazione: magari un genitore aveva chiamato per dire che si era trovato un passeggino sbagliato e che l'avrebbe riportato, no?

Vabbe'... per fortuna nella stessa mattinata di venerdì mi hanno  avvertita che in effetti un padre si era confuso e aveva preso il nostro passeggino, ma che l'avrebbe riportato nel pomeriggio. E così è stato.

Lo so che non è la stessa cosa, ma ormai non mi stupisco più quando si legge di un marito che ha "dimenticato" la moglie in autogrill... anche se forse una tale dimenticanza sottende qualche altro problema!

14 commenti:

  1. Questi padri.. che storditi.....

    RispondiElimina
  2. sei spocchiosa e insopportabile

    RispondiElimina
  3. madainoncicredo13 novembre 2008 11:03

    Caro (si fa per dire) utente anonimo il cui IP è 213.140.6.101, collegato con fastweb, s.o. Windows XP e browser Firefox 2.0 (a proposito, aggiornalo...) se sono così spocchiosa e insopportabile perché mi leggi con tanta assiduità? Ben 42 visite consecutive... Almeno abbi il coraggio delle tue parole oppure, semplicemente, smetti di leggermi. Mica te l'ha ordinato il medico, no? Oppure sei un papà stordito e ti sei offeso per questo? Per fortuna i papà non sono tutti uguali...

    RispondiElimina
  4. Tutto è bene quel che finisce bene, no? Però ti capisco..questi uomini sono troppo distratti!!!


    Miriam

    RispondiElimina
  5. madainoncicredo14 novembre 2008 14:34

    @anonima: innanzitutto, chi ti ti dice che io sia comunista? Solo perché sono bolognese? Ho votato Pci solo una volta, e ne vado fiera: fu il mio primo voto, alle Europee del 1984. Comunque continua pure a leggermi per confrontarti "in negativo", se ti fa piacere e ti fa sentire una madre migliore... Io non credo di essere una mamma modello: per fortuna mi considero una madre "normale", che sbaglia moltissimo e che si confronta con altre per migliorarsi, semmai, e non certo per sentirsi "migliore". Non ne ho bisogno. E credo che tu abbia capito molto poco di me, se pensi che io sia attaccata a motorette e passeggini... Ho altri valori nella vita.

    RispondiElimina
  6. già, il termine comunista è un tantino agèe; come preferisce brevemente descriversi una persona che invita prodi al suo matrimonio? tiepidamente pidiessina? comunque, se non ti scoccia, continuerò a seguirti, tenendo per me le mie considerazioni; un po' come si segue il grande fratello: con quel misto di ripugnanza e solidarietà umana. non per sentirsi superiori, ma per amor di sociologia spiccia. a presto

    RispondiElimina
  7. gia, il termine comunista in effetti suona un po' agèe. come preferisce essere descritta una persona che invita prodi al proprio matrimonio... tiepida pidiessina? comunque, se non ti scoccia, continuerò a seguirti, tenendo per me i miei commenti. un po' come si segue il grande fratello: con un misto di didisgusto e simpatia umana, non per sentirsi "migliori" ma per semplice passione all'antropologia. a presto (ho aggiornato, sei contenta?)

    RispondiElimina
  8. madainoncicredo15 novembre 2008 11:50

    @anonima: Be', se c'è una persona che non è mai stata comunista in vita sua è Romano Prodi (che, tra parentesi, è stato un mio professore universitario...).

    Il Pds, poi, non esiste più da un annetto, ma tant'è. Immagino che la politica non sia il tuo forte. Io semmai sono ulivista, ma nemmeno l'Ulivo esiste più. Pazienza. Sopravviveremo.

    Poi sociologia e antropologia sono discipline un tantino diverse. Semmai, qui, c'è qualcuno che avrebbe bisogno di uno psicologo.


    Dico solo (e con questo io concludo qui) che una persona che lascia commenti offensivi e gratuiti in forma anonima è soltanto da commiserare, perché vuol dire che ha dei problemi seri.

    RispondiElimina
  9. Mi pare tanto da imbecilli incavolarsi con qualcuno sul web..e poi però rimanere nell'anonimato!

    Sarò pesante ma è quello che penso..

    Mai come oggi mi sembra adatto il tuo nick "madainoncicredo" :)

    P.S.Anche io sono stata inappetente da bambina e ora esagero e mi metto a dieta come tutti ;)


    Miriam

    RispondiElimina
  10. madainoncicredo18 novembre 2008 11:01

    @Miriam: anch'io inappetente... e ora non sono certo magra ;-) anzi!

    RispondiElimina
  11. dacci oggi il nostro anonimo quotidiano....

    RispondiElimina
  12. madainoncicredo19 novembre 2008 13:17

    @torta ;-)

    Che poi tanto anonima non è...

    RispondiElimina
  13. che poi sto discorso del comunista è il solito vecchio discorso della barca di d'alema....ma vabbè..lasciamoli sfogare

    RispondiElimina
  14. Un padre ti ha fatto incavolare ed un altro padre ti ha confortato.

    Meno male che esistono i padri...

    RispondiElimina